Regolamento e Ambientazione

Ambientazione
La Federazione Unita dei Pianeti



La Federazione Unita dei Pianeti (acronimo UFP) è un'organizzazione stellare composta da oltre 155 stati membri, le loro colonie e tutti quei sistemi stellari che rientrano sotto la definizione di protettorato, ovvero pianeta che, pur non avendo ancora tutti i requisiti per l'ingresso formale nella Federazione (il caso più probabile è non avere un governo planetario unificato), ha fatto richiesta al Consiglio Federale di protezione e assistenza, spesso a causa della vicinanza con organizzazioni stellari ostili. Gli stati membri della Federazione sono uniti sotto la sua bandiera con lo scopo di offrirsi mutua protezione, favorire la crescita tecnologica e scientifica, estendere le proprie conoscenze tramite l'esplorazione spaziale, garantire ad ogni cittadino federale libertà e giustizia e favorire tra di essi un commercio di risorse e beni che si connoti nell'abbandono della ricerca di ricchezza e favorisca il benessere generale dei cittadini.
Attualmente, la Federazione gode dell'estensione spaziale più grande fra le potenze interstellari conosciute nei quadranti Alpha e Beta della Via Lattea, estendendosi per oltre 8.000 anni luce, ed insieme all'Impero Klingon e l'Impero Stellare Romulano rappresenta una delle tre superpotenze stellari di questi quadranti.
Sebbene la specie più numerosa nella Federazione sia quella umana, ogni cittadino federale gode di ogni diritto senza distinzioni, questo avviene differentemente rispetto ad organizzazioni come i Romulani o i Klingon, dove un'unica specie dominante governa sulle altre specie nei suoi territori avendoli, normalmente, annessi con la forza, sia questa militare od economica.

La Federazione Unita dei Pianeti è nata il 12 Agosto 2161, succedendo alla temporanea Coalizione dei Pianeti, creata sei anni prima al fine di offrirsi mutua protezione contro l'Impero Stellare Romulano che minacciava una guerra stellare. Sono membri costituenti della Federazione il Governo Unito Terreste, la Confederazione di Vulcano, l'Impero Andoriano, i Pianeti Uniti di Tellar ed il Governo di Alpha Centauri. Successivamente alla prima firma, numerosi altri sistemi stellari si sono uniti.
Dal momento della sua fondazione, negli oltre duecento anni, la Federazione è stata coinvolta in numerosi conflitti, tra i più importanti possiamo citare nel XXIII Secolo (La Federazione ha adottato oltre alla data stellare un calendario standard basato su quello terrestre) il conflitto con i Klingon e, nel XXIV Secolo, il lungo conflitto con i Cardassiani, gli scontri con i Borg e la guerra contro il Dominio, in quest'ultima in particolare, le tre superpotenze del quadrante hanno fatto il primo vero fronte comune alla minaccia.

La Federazione è una repubblica federale di tipo democratico rappresentativo. A capo della Federazione è posto il Presidente della Federazione, eletto ogni quattro anni per voto popolare.
Il Presidente si avvale di un Gabinetto Presidenziale formato da segretari e alti funzionari del proprio staff. La Federazione gestisce i rapporti diplomatici attraverso il Corpo Diplomatico Federale, cui fanno capo gli Ambasciatori Generali della Federazione.
Il potere politico legislativo spetta al Consiglio della Federazione (o Consiglio Federale) i cui membri sono eletti, secondo un sistema differenziato per ciascuno stato membro che può prevedere anche tempistiche differenti per quanto un Consigliere può stare sul seggio del proprio stato.
Il Consiglio si divide a sua volta in comitati di varia importanza, il più importante è il Consiglio di Sicurezza della Federazione, di cui fanno parte tredici rappresentanti di altrettanti membri della Federazione in una combinazione mista di membri permanenti e non permanenti. (Vedi: Costituzione della Federazione)

La Flotta Stellare è la forza armata per il mantenimento della pace nella Federazione Unita dei Pianeti. Lo scopo della Flotta Stellare è duplice: agire da forza militare atta a proteggere i cittadini Federali e l'integrità territoriale della Federazione, e catalizzare e guidare le imprese esplorative dello spazio profondo. La Flotta Stellare è organizzata secondo un proprio regolamento interno, e dipende dalle delibere del Consiglio di Sicurezza e del Consiglio della Federazione Unita dei Pianeti, il quale altresì predispone ed approva il bilancio per le operazioni della Flotta Stellare attraverso il Dipartimento della Difesa. (Vedi: Categoria: Flotta Stellare)

Attualmente il Presidente della Federazione è Kellessar zh'Tarash, precedentemente Consigliere Federale per Andoria. (Vedi: Consiglio Federale e Staff Presidenziale)

Ricchezza e povertà come erano intesi nel XXI Secolo sono un concetto che si è trasformato fino al XXIV Secolo. La Federazione adotta il Credito Federale come sistema per il libero commercio ma la ricchezza nella Federazione è distribuita equamente e la mentalità dei cittadini federali, tolti alcuni elementi che però non trovano futuro nel sistema federale, si è evoluta al punto che il lavoro è visto non come l'occasione per arricchirsi ma come occasione per migliorare se stessi e tutti i cittadini. Il Credito Federale non dev'essere inteso come una precisa valuta, sebbene ne abbia del tutto la valenza. Lavorando non si ottiene un numero preciso di Crediti Federali, intesi come monete o contanti, ma si ottiene credito presso la Federazione che successivamente può essere liberamente speso. Trovare lavoro nella Federazione è facile, la disoccupazione è quasi del tutto assente. (Vedi: UMANI E TERRA DEL XXIV SECOLO)

Nota: La questione del denaro nella Federazione è argomento di dibattito da anni. Alcuni riferimenti nella storia dimostrano che esiste un sistema monetario, altre affermano il contrario. I collaboratori di Gene Roddenberry sostenevano che il creatore di Star Trek non volesse nemmeno sentir parlare della parola denaro nel suo universo, ma la cosiddetta Utopia Roddenberryana è per l'appunto un'utopia. Al fine di mettere una linea di demarcazione in Star Trek: Federation si è deciso di adottare una soluzione "nel mezzo" chiarendo che la spinta verso l'Utopia è tale da aver cancellato la povertà e riuscire a sostenere una perfetta ed equa distribuzione delle ricchezze... Ma in qualche modo, si deve anche spiegare come sia possibile che certe istituzioni, come la Banca di Bolarus per esempio, o attività, come la villa di campagna di Picard, possano esiste e funzionare. Riteniamo che casi simili possano essere eredità del passato, ma in qualche modo non possiamo escludere che siano realizzazioni personali. La soluzione che adottiamo, quindi, fa si che mai i personaggi dovranno preoccuparsi di pagare qualcosa d'uso comune all'interno dello spazio federale, ma giustifica anche come questi possano spendere al di fuori di esso senza tornare al più antico, e superato, sistema del baratto oppure possano permettersi oggetti e proprietà "straordinarie". Amiamo pensare che la burocrazia federale abbia sconfitto la speculazione, l'abusivismo, le mafie ed il classismo sociale.

Nel XXIV Secolo l'utilizzo smodato di determinate risorse è stato messo da parte a favore di tecnologie di più ampio rispetto ambientale. L'utilizzo di carburanti fossili, l'uso della carta, i metalli preziosi, gli sprechi dell'acqua e via dicendo sono stati sostituiti da risorse energetiche elettriche come la fusione nucleare, ottenuta in completa e assoluta sicurezza, la conservazione, la fruizione dei documenti e dei testi in formato elettronico ed altre innovazioni.
Anche la medicina ha fatto passi da gigante, assistita da strumentazioni d'eccellenza e perfezionamento delle conoscenze e delle tecniche. Molte delle grandi piaghe del XXI Secolo sono state debellate ed anche per la maggior parte dei mali comuni è stata trovata una cura definitiva. Sostanzialmente, la vita media si è alzata di molto per molte specie della Federazione.