Torna Indietro

Nihydronia si ricrede. NF nel mirino

Verso la revisione del processo del disastro di Nihydronia. Cresce la tensione sul confine Nihydron-Federale. -

30 Giugno 2400  Nihydronia. Che il Primo Ministro Nazieth Iracroph fosse un trasformista era cosa nota, ma la sua duttilità politica ha toccato un nuovo apice, durante l'ultimo discorso alla camera bassa di Nihydronia. Si tratta di un appuntamento ormai fisso, durante il quale i molti osservatori hanno modo di tastare il polso della “democrazia” Nihydron.

Questa volta, a poche ora dalla conclusione, già si parla di un discorso "diverso" rispetto al solito. Come d’abitudine, Iracroph si è concentrato su politica estera, finanziamenti alla difesa e investimenti nelle tecnologie belliche, controllo del territorio e sostegno all'imprenditoria. Tutte tematiche molto care alla attuale amministrazione, e al bacino elettorale a cui si rivolge; un grande show politico, non c’è dubbio, ma anche una forte ed importante inversione di tendenza con la politica estera a cui fino ad ora Nihydronia ci aveva abituato.

Grande assente dall’agenda, e questo è probabilmente un bene, era infatti la Federazione. Da sempre indicata come “vicino pericoloso”, "problema da risolvere", o “fastidiosa minaccia alla sicurezza”, nel discorso di oggi non è stata invece menzionata nemmeno una volta. E non è l'unica stranezza accaduta oggi nella politica Nihydron.

Questa mattina, durante il discorso di inaugurazione dell’anno giudiziario, il ministro della GIustizia Hyalonap, influente membro di maggioranza e potenziale prossimo candidato alla presidenza del PBP (il "Partito del Bene Planetario"), ha invitato ad una riflessione su alcuni dei processi più controversi degli ultimi anni. Fra di questi, ha sottolineato Hyalonap, c'è anche quello del disastro all'Ospedale Pediatrico per Orfani, di cui è incolpata la Federazione e per cui, secondo fonti non ufficiali, sembra imminente una revisione delle conclusioni processo.

Fare luce sulla verità è più importante che trovare un colpevole ad ogni costo.” ha dichiarato il Primo Ministro Iracroph in merito, poche ore dopo. Non va certo ricordato che, per quanto i Nihydron lo abbiano negato per anni, la responsabilità di quella strage è da ricercarsi nella scelleratezza della Nuova Federazione, e del defunto criminale John Plot. Tuttavia, il fatto che – ora – i Nihydron siano pronti ad accettare questa verità a lungo ignorata, permette di tracciare una nuova linea nei rapporti diplomatici per la Federazione nel Quadrante Delta.

C’è anche una terza notizia, giunta poche ore fa alla Flotta Stellare. Il Governo Nihydron ha avvisato di imminenti attività militari (“esercitazioni di routine”) sul confine Nihydron-Neofederale, ed ha avvisato la Decima Flotta di tenersi al di fuori di un raggio di 20 anni luce per evitare di essere “scambiata per unità ostile”). Dal momento che lo spazio federale è ben lontano dal confine Nihydron-Neofederale, la notizia fa supporre che il Governo Nihydron abbia voluto avvisare la Flotta di qualcosa di più di una semplice esercitazione militare. Il Capitano Zor, raggiunto via subspazio su Lareth, non ha commentato la notizia, mentre la coordinatrice Blackwood, insieme al suo omologo Terosiano, ha indetto una riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza per questo pomeriggio.

Il Corpo DIplomatico Federale ha fatto sapere in una nota di essere pienamente disponibile a riprendere i rapporti diplomatici presso la capitale aliena, qualora ci fosse la disponibilità della controparte Nihydron.

La corrispondente per il Tychonian Eagle,
Galatina Meadows
Starbase Namkon